Carlo SForza Alto Commissario per l’epurazione

untitled

Le sanzioni contro il fascismo

Andrea Lepore - Pacini Editore, 2017

Il volume ricostruisce la fase cruciale della storia dell’epurazione. Carlo Sforza ricoprì l’incarico di Alto Commissario per le sanzioni contro il fascismo dal 27 luglio 1944 al 5 gennaio 1945, quando presentò le dimissioni. Il testo si apre con la biografia di Sforza, diplomatico e politico, dagli inizi della sua carriera fino alla nomina ad...

pp. 128 con Appendice documentaria e fotografica

Storia del movimento sindacale e operaio tra Massa e Carrara

9788869951343_0_0_1423_80

Dall'Unità d'Italia al fascismo

Alessio Profetti - Pacini Editore, 2016

Nelle vicende storiche descritte in questo volume è possibile scorgere un percorso fatto di scioperi, animato da lotte, accompagnato dalla ricerca di una piattaforma contrattuale in grado di riconoscere ed eliminare la precarietà della vita e del lavoro. Tutti questi elementi sono stati determinanti per definire il passaggio della classe operaia apuana da uno stato...

125 pp.

Oltre il 1945

3f035a0d4f63c98766d879146a43dc9a_w240_h_mw_mh_cs_cx_cy

Violenza, conflitto sociale, ordine pubblico nel dopoguerra europeo

a cura di Enrico Acciai, Guido Panvini, Camilla Poesio, Toni Rovatti - Viella, 2017

La seconda guerra mondiale concluse una lunga stagione di conflittualità politica, militare e sociale. Eppure al termine delle ostilità le esperienze, le culture, le pratiche della violenza furono lungi dal cessare in Italia come in molti paesi europei. Comportamenti dettati dall’inerzia e nuove aggressività, vendette a lungo covate, aspettative deluse, rivendicazioni antiche e rinnovati antagonismi,...

pp. 228

A Oriente sorge il sol dell’avvenire

9788889413845.MAIN

La rivoluzione russa vista dagli anarchici italiani 1917-1922

Franco Bertolucci - BFS Edizioni, 2017

Per il centenario della Rivoluzione russa pochi sono stati a tutt’oggi in Italia i momenti di riflessione critica e di riconsiderazione storiografica sull’evento da cui si sarebbe originato un fenomeno epocale, il comunismo sovietico. In tale contesto, una felice eccezione è rappresentata da questo saggio che descrive, con efficace sintesi, la straordinaria precocità degli anarchici...

pp. 119 ill.

Un’ardua gioconda utopia

9788889413852.MAIN

Il «Prometeo liberato», simboli e miti degli anarchici tra '800 e '900

Maurizio Antonioli - BFS Edizioni, 2017

L’anarchismo di lingua italiana è stato un movimento politico e sociale che, con le sue personalità ed esperienze, ha profondamente caratterizzato l’età classica della storia del movimento operaio e socialista italiano. Ma come è stato possibile il suo radicamento in importanti settori del proletariato italiano? Si può rileggerne la storia non tanto attraverso l’adesione a...

pp. 158 ill.

Livorno clandestina

9788889413838.MAIN

Un ventennio di opposizione antifascista (1923-1943)

Marco Rossi - BFS Edizioni, 2017

All’ombra dei Quattro Mori, durante il cosiddetto Ventennio, prevalse l’avversione popolare al fascismo oppure vi fu un consenso unanime verso il regime di Mussolini? Anche a Livorno, oltre a una indefinita “zona grigia”, interpretabile sia come rassegnato dissenso che come tacita adesione, ci furono i sostenitori e i contrari, ma tale divergenza non fu soltanto...

pp. 130 ill.

Vincenti per tutta la vita

9788889413821.MAIN

Antifascisti parmensi nella guerra di Spagna

Marco Severo - BFS Editore, 2017

Sono ventenni, trentenni, quarantenni. Sono popolani della città e contadini della provincia. Le carte di polizia li chiamano comunisti, anarchici o solo antifascisti. Sono i sovversivi di Parma e delle terre circostanti che, tra il 1936 e il 1939, unendosi a quel generale moto di popolo che fu la guerra di Spagna, si arruolarono volontari...

pp. 224, ill.

La rivoluzione russa. Problemi di organizzazione della socialdemocrazia russa

copertina Luxemburg rossa.indd

Rosa Luxemburg - Nuova edizione a cura di Massimo Cappitti - BFS Edizioni, 2017

Nelle grandi manifestazioni studentesche degli anni Sessanta, accanto ai ritratti di Marx e Che Guevara venivano innalzati fieramente anche quelli di Karl Liebknecht e di Rosa Luxemburg. Dei due leader tedeschi si ammirava la coerenza politica, l’integrità etico-morale con cui si erano opposti alla Prima guerra mondiale e il lavoro politico/teorico di rinnovamento radicale del...

pp. 128