Accademia della Crusca

Crusca
image_pdfimage_print

Sede e contatti
via di Castello, 46 50141 Firenze
Telefono: 055.454277/78
E-mail:  segreteria@crusca.fi.it
Sito web: http://www.accademiadellacrusca.it/it/copertina
Orari di apertura: Biblioteca – lunedì e mercoledì 9-17; martedì, giovedì e venerdì 9-14. L’Archivio è consultabile solo su appuntamento.

Organi direttivi
Presidente: Claudio Marazzini
Vicepresidente: Aldo Menichetti
Accademica Segretaria: Giovanna Frosini
Consigliere: Paolo D’Achille
Consigliere: Giuseppe Patota

Breve storia e finalità
Passato e presente. Nata tra il 1582 e il 1583, l’Accademia della Crusca è uno dei principali punti di riferimento per le ricerche sulla lingua italiana in Italia e nel mondo. Fin dai primordi, Lionardo Salviati, insigne filologo e teorico della lingua, suggerì il nome dell’Accademia (con la sua simbologia basata sull’analogia tra la buona lingua e la buona farina) e avviò un intenso programma di ricerca filologica e linguisticaVocabolario degli Accademici della Crusca. L’opera, che ha avuto nel corso dei secoli altre quattro edizioni (fino all’ultima del 1863-1923), ha dato un contributo decisivo alla codificazione e alla diffusione della lingua italiana ed è stata il primo esempio in Europa di un grande vocabolario nazionale moderno.
Oggi l’Accademia della Crusca è formata da circa 60 accademici italiani ed esteri ed è un importante centro di ricerca scientifica dedicato allo studio e alla valorizzazione dell’italiano. I suoi obiettivi principali sono la cura e la diffusione della lingua italiana, la sua conoscenza storica e la coscienza critica della sua evoluzione nel quadro degli attuali scambi interlinguistici.

Sito web. Un portale per la lingua italiana. Il sito web dell’Accademia ospita i progetti multimediali realizzati dall’Accademia e fornisce un servizio di consulenza linguistica, l’accesso digitale ai materiali dell’Archivio e ai volumi della Biblioteca, in particolare alle cinque edizioni del Vocabolario degli Accademici a http://www.lessicografia.it

Scuola e Formazione. L’Accademia della Crusca intrattiene con la Scuola un rapporto costante di collegamento fra la ricerca e la formazione. Con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana sono stati organizzati corsi rivolti a insegnanti di tutta la Regione e il progetto Insegnare italiano, avviato dal 2005-2006, continua a riscuotere grande apprezzamento.

Pubblicazioni. L’Accademia della Crusca pubblica i risultati di ricerche originali sulla storia e la struttura dell’italiano, in volumi monografici, negli atti dei suoi convegni e nelle tre riviste specialistiche: «Studi di filologia italiana», «Studi di grammatica italiana» e «Studi di lessicografia italiana». È possibile consultare il catalogo e acquistare i libri dell’Accademia all’indirizzo www.edizionidicrusca.it.

Patrimonio
Biblioteca: 136.000 volumi di linguistica. La Biblioteca è composta da un’ampia raccolta di testi classici e da una ricchissima sezione di dizionari, grammatiche e riviste specializzate italiane e estere. All’intero patrimonio è possibile accedere tramite il catalogo in linea. La Biblioteca contiene alcuni fondi speciali tra i quali i “citati” (i volumi da cui gli Accademici trassero le citazioni a sostegno delle voci del Vocabolario ). Sono inoltre conservate le biblioteche personali di illustri filologi e linguisti.

Archivio. Quattro secoli di storia. L’Archivio conserva uno dei più importanti fondi documentari per la storia della lingua italiana. Si compone di due sezioni: Archivio Storico e Archivio Moderno. L’Archivio Storico “Severina Parodi” conserva la documentazione relativa alla compilazione delle cinque edizioni del Vocabolario, oltre i verbali delle sedute e le lezioni accademiche, raccolte di manoscritti e di carteggi, testimoni dell’attività secolare dell’Accademia (1583-2013). L’Archivio Moderno raccoglie carte autografe e corrispondenza di letterati e linguisti del Novecento.

  • (will not be published)
  • Chi sei?

  • Titolo del tuo contributo*


  • Iscriviti alla newsletter di ToscanaNovecento
  • Puoi usare codice html: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>