Stazione di Montorsoli


In questa piccola stazione localizzata nei pressi di Sesto Fiorentino, è avvenuto un fatto della storia partigiana che l’ha resa celebre.

Il 4 aprile del 1944 i partigiani del monte Morello occuparono la stazione e assaltarono un treno di viaggiatori (n°2328) che sarebbe dovuto arrivare alle 19.20. Il treno trasportava molti pendolari, studenti e lavoratori che tornavano da Firenze ed erano diretti nel Mugello.

L’azione fu ordinata dal Comitato Toscano di Liberazione Nazionale per bloccare una o più vetture che erano in coda al treno, cariche di militi repubblichini e militari tedeschi. Le vetture erano, con molta probabilità, indirizzate a compiere un rastrellamento anti-partigiano nella zona di Marradi.

Appena arrivò il treno in stazione fu assaltato dai partigiani. I tedeschi si difesero fino a quando non riuscirono a far ripartire il convoglio. Con questa azione i partigiani dimostrarono che le truppe tedesche potevano essere affrontate e il movimento acquisì più solidità rispetto alla fase iniziale.

Durante l’operazione tre partigiani, Carlo Carmonini, Dino Ciolli, Mario Lazzerini, vennero uccisi ed altri feriti.

Sulla parete esterna della stazione vi è una lastra commemorativa a ricordo dei partigiani caduti datata 25 aprile 1973.